Sempervivum, peperone Spagnolin e l’estate ritardata

luglio 14, 2013 § 1 Commento

Non siamo nel 1816. And we are not frozen to death. Ma il sole di certo nel 2013 s’è fatto desiderare e noi ci siamo occupati così tanto di desiderarlo, come antichi e savi uomini pagani, che non abbiamo fatto altro. Non abbiamo scritto un rigo. Tutti tesi a desiderare il sole.

Ma poi all’improvviso ecco l’estate, l’estate ritardata. E con lei è arrivato il fiore del sempervivum*: un fiore complesso e dal profumo incerto. Un fiore ultimo, perché la rosetta che l’ha generato seccherà. Che dire, il sempervivum morirà. Viva il sempervivum.
*[dovrebbe trattarsi di un Sempervivum wulfenii Hoppe]
sempervivum wulfenii hoppe/1
Poi cos’altro?Ah sì, abbiamo fatto scorta di peperoni e peperoncini dai nostri cugini d’oltralpe (più bravi di noi in due cose: amare la patria e amarne i frutti).
Ecco le varietà:

Poivron Petit Marseillais (già provato l’anno scorso, una sicurezza)
Poivron d’Ampuis
Poivron d’Antibes
Piment Doux des landes
Piment petit Carrè de Nice (nessun seme ha germinato, ahimè)
Piment d’Espelette (l’avevamo già coltivato con il vago nome di Basque Hot)
Piment de la Bresse
Sucette de Provence

Ma il vero protagonista di quest’orto sul terrazzo è lo Spagnolin: l’unica varietà di peperoncino del Nord-Italia, piemontese per meglio dire. Scomparso da qualsiasi catalogo di semi attuale, ne abbiamo ripercorso le rare tracce fino a trovare un documento, una ‘Capsicum Newsletter’, pubblicata nel 1984 dall’Università di Torino e dallo staff del dott. Piero Belletti. Dopo un paio di mail con il professore (gentilissimo), finalmente troviamo nella cassetta delle lettere una busta con i preziosi semi.
Ed ecco quindi che il peperoncino Spagnolin cresce felice nel nostro terrazzo, e in quello di qualche amico (il prossimo anno potresti essere tu uno dei fortunati).
peperoncino spagnolin

Tag:, , , , , , , ,

§ Una risposta a Sempervivum, peperone Spagnolin e l’estate ritardata

  • Ciao, ho trovato il vostro blog seguendo le tracce del peperoncino “spagnulì”. Per assurdo, io che son Piemontese, non riesco a trovarlo da nessuna parte.

    So che sono passati anni da questo post, ma se ne aveste ancora qualcuno in coltivazione e non ibridato, sarebbe veramente fantastico poterci mettere le mani sopra.

    La mia mail è fabiopiacentini@hotmai.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Sempervivum, peperone Spagnolin e l’estate ritardata su Un nano di giardino.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: