Cassette e terrazzi

gennaio 1, 2013 § 2 commenti

cassette-terrazzo-pizzetti
Una cassetta fiorita non fa terrazzo; e neppure una fila‘.
Comincia con questa citazione secca il 2013 del nano, e con la consapevolezza che fare un ‘terrazzo’, come lo intende Ippolito Pizzetti, con a disposizione principalmente orticole di varia specie, tutte annuali e destinate al deperimento autunnale, è una bella sfida. Con l’amara accettazione che tra pomodori e peperoni è difficile fare qualcosa che non sia una fila di cassette fiorite o fruttifere.

No, voglio parlare del terrazzo dell’appassionato di piante, per il quale il terrazzo è il vicario- usiamo pure la parola cruda – il surrogato (Palazzi: ” materia di minor valore che si sostituisce ad altra genuina e buona”) del giardino che questi non ha o non si può permettere.
Bè, appassionati di piante lo siamo, e questo è un punto a nostro favore. Ma lo consideriamo un surrogato noi, il nostro terrazzo, noi che viviamo in campagna e che qualche pezzetto di terra lo potremmo pure trovare?

E che forse per lui, affettivamente, non è certo di “minor valore” o meno “genuino” del giardino ..’.
Qui ci siamo, i nostri otto metri quadrati non sono un surrogato, sono quello che ci piace fare, sono lo spazio e il modo giusto di sperimentare varietà che in altri contesti, più ampi e ‘naturali’, non avrebbero lo stesso  senso.

Ed è ancora così che ci siamo mossi quest’anno, nella nostra campagna acquisto semi per il 2013: selezioni recenti o varietà tradizionali che, purchè non vengano dimenticate, è bene anche che qualcuno le coltivi e ne parli fuori dal loro micro contesto locale. Peperoni di Francia, peperoncini spagnoli e cornichons per proseguire con gli heirloom di tutto il mondo (perchè già abbiamo detto che quando si tratta di spirito nazionale, il disinteresse è diffuso), ma anche i pomodori del Dwarf Tomato Project , o i micro pomodori  da balcone, o ancora i cetrioli bushy, che non si arrampicano ma crescono a cespuglio, quindi assolutamente da provare in terrazzo.

Insomma, tradizione e innovazione, due parole troppo dette, che però si avverano nel giardino/terrazzo del nano.
E allora buon 2013, con noi che siamo ancora qui, cataloghi di semi alla mano, per riprovarci di nuovo e scrivere di risultati e sconfitte, di pomodori e cassette.

§ 2 risposte a Cassette e terrazzi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Cassette e terrazzi su Un nano di giardino.

Meta

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: