Rossetta docet

aprile 24, 2012 § 2 commenti

Così volevamo inaugurare il nuovo anno.

Domitilla, severa ed accigliata, leonina come sempre, fulmina il cielo con gli sguardi. Non serve. Piove. Quest’anno tutto è stato organizzato: i progetti sono pronti da mesi, le ordinazioni fatte, in studio finalmente ogni cosa ha il suo posto, e ogni posto il suo cartellino; se appena fosse possibile, la sera quando lascia il campo, chiuderebbe anche Silvio e me in due scatoloni foderati di carta di Varese fino al mattino dopo, a scanso di irregolarità e disordini. I vivaisti sono più arrabbiati di noi, sotto le nuvole stracqua, ma sopra la stagione galoppa indifferente verso i suoi esiti, poi quando si apriranno il sole comincerà a picchiare, bisognerà far presto, e come al solito, sarà il solito casino di sempre.

Bè siamo un pò lontani dall’ordine di Domitilla, dalla pianificazione accurata che lei forse riserva alle semine, ai rinvasi, alle nuove acquisizioni, ai trapianti. Al controllo dei nuovi acquisti dai vivai, o dalle ditte sementiere, alla concimazione, alla preparazione dei vasi, alla preparazione del terrazzo. Vorremmo avere più spazio, più tempo, più possibilità.

Ma una cosa alla volta. Intanto piano piano le semine di marzo sono quasi tutte spuntate, con esasperante ritardo. Perchè? Forse perchè ci siamo ostinati a comprare le celle modulari in torba per la semina? Quando già l’anno scorso non avevano dato i migliori risultati? Pensavamo fosse un problema di umidità del terriccio, e allora quest’anno siamo stati più attenti a tenerlo sempre umido. Sarà perchè non abbiamo seguito la luna? Troppa poca luce? In ogni caso i nostri nuovi nati sono fuori in terrazzo da una settimana, meglio un pò di freddo che la mancanza di luce cronica che c’è dentro casa.

Secondo passo. Domani, luna crescente, si pianteranno tutti i non nati e gli ultimi arrivati, tipo il peperone Petit Marseillais e qualche pomodoro recalcitrante durante la prima semina, come il Rotkäppchen o l’Hamhs Gelbe Topftomate, o la Slim Jim, ottima melanzana da terrazzo, ma lentissima e rarissima a germinare.
E poi per la gioia di F. sono arrivati i cornichons, non solo il solito Piccolo di Parigi, ma tre varietà francesi più particolari, il Fin di Meaux, l’Amélioré de bourbonne e il Cornichon russe ou de Russie.

Inoltre, cose da fare per i prossissimi tempi: predisporre un contenitore per la raccolta dell’acqua in terrazzo, preparare il decotto di equiseto e il macerato di ortica, procurarsi del compost, razionalizzare i vasi in terrazzo, comprare il terriccio.. … .. .. ..

Ps: abbiamo inaugurato un nuovo terrazzo, sperimentale, molto (ma non troppo) più ampio. Tutto da fare, per provare nuove varietà e nuove coltivazioni. Come se già non ne avessimo da fare.. ..

Pps: la citazione è tratta da Pollice verde, di Ippolito Pizzetti. Sostituirà quella di Claude Debussy, che ci ha accompagnato per i primi mesi, quando avevamo bisogno di coraggio. Adesso abbiamo bisogno di forza, ordine e casino, come piace a Domitilla.

About these ads

Tag:, , , , , , , , , ,

§ 2 risposte a Rossetta docet

  • giulia scrive:

    Complimenti per il blog, che seguo sulla mia email ogni volta che c’è un nuovo post. Ne voglio di più :-). Ora con il nuovo terrazzo aumenterete la frequenza?
    Ma i meravigliosi sacchettini della Heritage Seeds Library? Come si fanno a ricevere? Grazie mille, giulia

  • nanodigiardino scrive:

    Ciao Giulia, grazie per i complimenti. Anche noi vorremmo scrivere di più, ma il tempo in questo periodo è così poco. Ma ci impegneremo, promesso! La Heritage Seeds Library è un’organizzazione inglese, dove io ho lavorato per due mesi lo scorso anno. Loro coltivano e mantengono i semi di tantissime varietà da conservazione che legalmente non si possono comprare, per cui per averle devi diventare loro socio e poi scegliere 6 varietà alll’anno. Non è così semplice in effetti :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Rossetta docet su Un nano di giardino.

Meta

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: